Serie C, il Südtirol fa la storia: promosso in B

Prima storica promozione in cadetteria per il club altoatesino che vince 2-0 a Trieste e fa festa grande. Nel girone C il Catanzaro chiude secondo davanti al Palermo, il Foggia di Zeman stende l’Avellino ed è 7°.

(Photo by Emmanuele Ciancaglini/NurPhoto via Getty Images)

Sono serviti gli ultimi 90′ della stagione per decretare le altre due promozioni dirette dalla Serie C alla Serie B. Dopo il Bari, a conquistare la promozione è stato il Modena e uno storico Südtirol, che vincendo 2-0 a Trieste ha raggiunto per la prima volta nella sua storia la B. A far esplodere di gioia gli oltre mille tifosi arrivati da Bolzano è stata la doppietta di Daniele Casiraghi, che al Nereo Rocco di Trieste manda ko per 2-0 i padroni di casa facendo festeggiare il club altoatesino.

Ininfluente, a questo punto, la sconfitta del Padova, piegato in casa per 2-1 dalla Virtus Verona: la squdra di Oddo, che alla vigilia dell’ultima giornata era a -2 dal primo posto, avrebbe dovuto vincere con tre gol di scarto e sperare nel mancato successo del Sudtirol. Nulla da fare, così i biancoscudati dovranno cercare la B ai playoff.

Quella del Südtirol, oltre a essere una promozione storica, è anche un risultato che il club ha voluto con forza nell’arco di tutta la stagione e ha meritato di ottenere. La squadra di Ivan Javorcic infatti si è laureata campione del girone A di Serie C mantenendo la migliore difesa dei campionati professionistici italiani, con soli nove gol subiti e 27 clean sheet.”Abbiamo fatto un’autentica follia, abbiamo fatto un capolavoro” ha detto il tecnico.

Per il resto, l’ultima giornata ha fatto felice anche la Pergolettese, che ha centrato il pass per i playoff grazie alla vittoria per 1-0 nello scontro diretto con la Pro Patria, comunque qualificata grazie all’11° posto, utile perché il girone A ha espresso la vincitrice della Coppa italia di categoria, il Padova.

La Pergolettese ha beffato in extremis l’Albinoleffe, semifinalista playoff nel 2021, sconfitto 3-1 in casa dal Trento che non ha però evitato i playout per la contemporanea vittoria del Mantova (3-0 alla Pro Vercelli). Ai playoff anche Feralpisalò, Renate, Triestina, Pro Vercelli, Lecco, Juventus Under 23 e Piacenza.

In coda retrocede in D il Legnago, mentre le altre due retrocessioni usciranno dai playout Giana Erminio-Trento e Seregno-Pro Sesto.

Nel tardo pomeriggio si è invece concluso il girone C. Con il Bari già promosso, il fatto del giorno è stato il sorpasso di Catanzaro e Palermo sull’Avellino: gli irpini hanno perso per 2-0 contro il Foggia di Zeman, implacabile contro l’allievo Carmine Gautieri, suo giocatore alla Roma. Con questo risultato l’Avellino scivola al 4° posto, con i calabresi secondi davanti ai siciliani, mentre il Foggia, che in settimana ha riavuto i due punti di penalizzazione che gli erano stati inflitti, ha concluso al 7° posto e disputerà i playoff insieme a Monopoli, Virtus Francavilla, Turris, Monterosi e Picerno. Fuori la Juve Stabia di Novellino a propria volta penalizzata di due punti, ma le vespe hanno annunciato ricorso.

In coda dopo l’esclusione del Catania e la retrocessione sul campo della Vibonese ci sarà un solo match di playout che decreterà la terza retrocessa, ovvero la perdente tra Paganese e Fidelis Andria.

Next Post

Italia, Mancini sfoggia ottimismo: "Abbiamo un grande futuro"

Lun Apr 25 , 2022
Il ct azzurro convinto che, nonostante tutto, la nazionale abbia ancora molto da dire
P