Turchia-Italia, Calhanoglu: “Entrambe le squadre saranno deluse”

Calhanoglu parla della gara con l’Italia, ribadendo l’importanza della fascia da capitano ma anche proiettandosi con la mente all’Inter e alla gara con la Juventus.

Il trequartista di Inter e Turchia Hakan Calhanoglu ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dell’inutile sfida contro l’Italia di Mancini in programma domani sera. Ecco le sue parole:

“So quanto è importante essere capitano, porto la fascia con orgoglio. Ognuno dovrebbero assumersi la responsabilità, io per primo perché mi sento uno dei veterani e il tempo scorre veloce. Giocare ora con la difesa a tre dietro mi va bene, già all’Inter gioco in questo modo e non è un problema. Ora serve che noi giochiamo così anche perché quasi tutti nelle qualificazioni avevano la difesa a tre. Sia noi che l’Italia siamo delusi per essere fuori dal Mondiale, ma credo che la partita andrà bene per noi. La gente di Konya è sempre stata buona con noi e spero che domani potranno vedere una bella partita. Il sistema gioco dell’Italia mi piace, gli azzurri sono una delle mie squadre preferite. È una squadra che dà grande importanza alla tattica e ha giocatori di qualità. Provo molto rispetto per loro”.

Un pensiero anche sull’Inter, attesa nella prossima giornata dalla gara contro la Juventus:

“Al mio rientro in Italia mi concentrerò solo sulla Serie A. Appena tornerò giocheremo contro la Juve, e anche se il Milan è davanti a noi manca ancora la gara di Bologna: spero che, al rientro, torneremo primi in classifica”.

Next Post

Rooney: "Ronaldo fastidioso, Rio Ferdinand arrogante"

Lun Mar 28 , 2022
L'ex attaccante del Manchester United: "Cristiano? Quando giochiamo contro non me ne frega niente di lui. Ma quando abbiamo finito, siamo di nuovo amici".
P