United, Scholes: “Rangnick non adatto, serve uno come Conte”

L’ex centrocampista dei Red Devils: “Credo che sia giunto il momento di trovare un vero allenatore per questa squadra”.

Dopo l’eliminazione dello United dalla Champions League, Paul Scholes ha attaccato duramente il tecnico dei Red Devils: “Non so perché, non mi spiego come Ralf Rangnick sia stato scelto per essere l’allenatore di questo club. Credo che sia giunto il momento di trovare un vero allenatore per questa squadra. Lo ritengo il primo passo necessario per tornare a vincere. In questa squadra c’è molto talento ma occorre una guida capace di valorizzare questa squadra. Sono convinto che se Simeone fosse stato sulla panchina dell’Old Trafford, lo United avrebbe passato il turno. Lo United ha una buona rosa con alcuni top player, ma negli ultimi tre o quattro anni non ha avuto un allenatore d’élite. Serve un allenatore che faccia paura ai giocatori, come Sir Alex Ferguson. Questi giocatori scesi in campo oggi, sono sempre riusciti a trovare alibi e giustificazioni. E a farla franca”.

Scholes ha infine ipotizzato i sostituti ideali: “Se dovessi indicare un nome, avrei pochi dubbi. Antonio Conte o Thomas Tuchel. Sono due allenatori di prim’ordine che mettono paura ai giocatori. E che soprattutto vincono. Lo United, con uno di questi due tecnici alla guida, sarebbe molto più complicato da affrontare. Fra l’altro mi sembra che almeno uno o addirittura entrambi possano essere disponibili alla fine della stagione. Conte al Tottenham Hotspur vive sulle montagne russe e non credo gli faccia piacere. Tuchel potrebbe essere alla ricerca di un nuovo lavoro la prossima stagione non per colpa sua”.

Next Post

Barca, Pedri: “Iniesta il mio eroe. E la moglie di Alves…”

Mer Mar 16 , 2022
“Lei è canaria come me e conservo la foto da bambino in cui Dani mi firmava la maglia”, ha dichiarato il centrocampista blaugrana candidato agli Oscar dello sport organizzati da Laureus, nella categoria “Rivelazione dell’anno”. Si contenderà il titolo insieme con Emma Raducanu, Daniil Medvedev, Neeraj Chopra, Yulimar Rojas e Ariarne Titmus
P