Comunicazione della FIGC alla UEFA: Italia disponibile ad ospitare Euro 2032

La FIGC presenta la manifestazione d’interesse alla UEFA: l’Italia punta ad organizzare Euro 2032 dopo aver ospitato le edizioni del 1968 e del 1980.

La FIGC ha presentato alla UEFA la manifestazione d’interesse per ospitare nel Belpaese l’edizione degli Europei prevista nel 2032.

Con oltre un mese d’anticipo rispetto alla scadenza prefissata, la Federazione italiana ha ribadito in via ufficiale la propria intenzione ad ospitare la massima rassegna continentale riservata alle nazionali di calcio.

Per l’Italia si tratterebbe della terza volta in qualità di paese ospitante dopo le edizioni del 1968 e del 1980, senza dimenticare le quattro partite ospitate negli ultimi e trionfali Europei itineranti culminati con la vittoria della selezione allenata da Roberto Mancini.

I successivi step saranno la presentazione del progetto di candidatura da formalizzare entro il mese di aprile del 2023, prima della decisione definitiva che verrà presa dal Comitato Esecutivo nel settembre dello stesso anno.

La nota ufficiale della FIGC:

“La Federazione Italiana Giuoco Calcio ha presentato nei giorni scorsi alla UEFA la manifestazione di interesse per l’organizzazione di EURO 2032. Con largo anticipo rispetto alla scadenza del 23 marzo, la FIGC ha comunicato la volontà di concorrere per l’assegnazione del Campionato Europeo, competizione ospitata nel nostro Paese nel 1968 e nel 1980 (oltre alle 4 gare dell’ultima edizione itinerante).

Tra gli step fondamentali c’è sicuramente il processo di ammodernamento degli impianti presenti su suolo nostrano: la costruzione di nuovi stadi e la ristrutturazione di quelli già esistenti rappresentano un passaggio pressoché obbligato per consolidare la candidatura azzurra.

“Come anticipato nelle scorse settimane dal Presidente Gabriele Gravina, una volta ufficializzata dal massimo organismo calcistico continentale la contemporanea assegnazione delle competizioni del 2028 e del 2032, la Federcalcio ha espresso la sua preferenza per sollecitare e programmare l’ammodernamento del quadro impiantistico nazionale attraverso la costruzione di nuovi stadi e la ristrutturazione di quelli già esistenti in una finestra temporale più ampia”.
“L’ottima organizzazione delle gare di Euro 2020 ospitate a Roma e la determinazione nel voler riportare nel nostro Paese un grande torneo internazionale hanno spinto il Presidente Gravina a formalizzare subito la posizione della Federcalcio.
Il cronoprogramma della UEFA prevede la presentazione del progetto di candidatura entro il 12 aprile del 2023, con la decisione definitiva del Comitato Esecutivo nel mese di settembre dello stesso anno”.

Proprio a settembre del 2023 verrà definito anche il nome del paese che organizzerà la rassegna in programma per il 2028 , mentre gli Europei del 2024 si disputeranno in Germania.

Next Post

Il primo allenamento di Eriksen col Brentford

Lun Feb 7 , 2022
Guarda la prima sessione di allenamento di Christian Eriksen col Brentford.

Da leggere

P