Contro il Cagliari Bennacer fa tornare il Milan a +3 sul Napoli

Un gol del centrocampista al 59′ porta l’undicesima vittoria esterna stagionale ai rossoneri.

Nel match della trentesima giornata di Serie A basta un gol di Bennacer al 59’ al Milan a Cagliari in una partia letteralmente dominata come numero di occasioni per tornare a +3 sul Napoli e mandare a -6 i cugini dell’Inter.

Inizia nettamente meglio il Milan con tre clamorose occasioni: al 7’ cross di Theo Hernandez per Giroud che si divora il vantaggio calciando il destro a lato. Al 13’ Theo per Kessie che col destro da fuori colpisce il palo. Al 14’ sempre Theo per Brahim ed è la volta dello spagnolo di mangiarsi il vantaggio mettendo a lato il piatto sinistro. In chiusura del primo tempo stavolta il laterale francese del Milan ci prova in prima persona ma il sinistro non trova la porta.

E’ sempre Theo Hernandez a dare il via alle occasioni del MIlan, addirittura due al 51’: prima serve Leao che tocca debolmente verso Cragno, poi tira lui stesso un sinistro bomba e Cragno devia in angolo. Al 59’ vantaggio dei rossoneri: Brahim Diaz serve Giroud, ponda per Bennacer che di sinistro mette nell’angolino con Cragno immobile. Al 76’ il Cagliari fa sapere che in campo c’è anche lui: conclusione di Deiola intercettata da Joao Pedro che di destro manda alto anche per colpa di una deviazione.

All’84’ Rebic serve Calabria che si fa ipnotizzare da Cragno, un minuto dopo angolo dello stesso Calabria, sponda di testa di Kessié per Rebic, tiro al volo salvato sulla linea da Lovato. Al 90’ la squadra di Mazzarri rischia di portare a casa un immeritato pareggio ma Pavoletti, su cross di Zappa, se lo divora mandando sulla traversa. Nel recupero Saelemaekers manca il raddoppio con un destro a colpo sicuro salvato da Altare per il rotto della cuffia. Per il Milan è l’undicesima vittoria esterna stagionale.

Next Post

Tuchel fa riposare Jorginho e pensa a Mancini: "Gli italiani mi devono un favore!"

Sab Mar 19 , 2022
Il centrocampista lasciato a casa in FA Cup in vista del doppio impegno con la nazionale.
P