Fiorentina, Nervi sul Franchi: “La lastra del nuovo progetto schiaccerà l’impianto”

Il nuovo volto del Franchi: oggi l’incontro tra Nardella e Barone. Ma la segretaria della Fondazione Nervi non è d’accordo…

Il sindaco Dario Nardella e il direttore generale della Fiorentina Joe Barone si sono incontrati a Palazzo Vecchio per visionare le caratteristiche generali del progetto vincitore per il restyling dell’Artemio Franchi.

Intanto, la segretaria generale della Fondazione Nervi, Elisabetta Margiotta Nervi, ha sollevato alcune perplessità sul “nuovo” stadio di Firenze. Ai microfoni di TeleItalia, ha detto:

“Il progetto doveva valorizzare l’opera e accompagnarla nel moderno, lasciando intatte le caratteristiche e l’espressività dell’opera originale. Secondo noi l’opera di Hirsc non mantiene queste caratteristiche. L’opera di Nervi viene schiacciata da questa lastra che si impone sul perimetro. Preservare significa anche esaltare le qualità. Il dinamismo dell’opera viene messo in ombra da questa lastra che andrà a coprire tutto. Con questo progetto si manca l’obiettivo di valorizzare l’opera di Nervi”.

Sul secondo progetto: “Lo trovo più corrispondente a quello che era il mandato di questo concorso ovvero dialogare con l’opera originale. Per rispondere ai requisiti dei 40 mila posti è chiaro che la nuova struttura si vada ad aprire. Ma non si può dire che il segno distintivo del Franchi è la sua orizzontalità perché non è vero. Schiacciarlo con la lastra non è valorizzare l’opera di Nervi”.

La giuria: “Non hanno voluto inserirci all’interno della giuria. Non so perché visto che noi eravamo disponibili a dare il nostro contributi. Certamente il progetto di Arup è attento a molti aspetti ma non dialoga con l’opera di Nervi”.

Next Post

Galliani: "Weah era disposto a tagliarsi lo stipendio pur di giocare al Milan"

Ven Mar 18 , 2022
L'ex amministratore delegato rossonero ha ricordato uno degli attaccanti che hanno segnato la storia del Milan: George Weah
P