Foggia, la compagna di Iemmello punta il dito contro la società

L’attrice condanna l’atteggiamento dei tifosi, senza risparmiare le accuse nei confronti del club pugliese

Giulia Elettra Gorietti, attrice e compagna di Pietro Iemmello – il centrocampista del Catanzaro vittima di una tentata aggressione da parte di due tifosi del Foggia durante l’incontro di calcio vinto con 6 reti a 2 – si è lamentata sui social dell’atteggiamento degli invasori di campo, puntando il dito contro la società. Ecco quanto ha scritto:

“Mia figlia ieri guardava il papà giocare e ha dovuto assistere ad uno spettacolo che ha tutto tranne che di sport e dei valori che il calcio trasmette e deve trasmettere ai giovani. Poi chi chiediamo perché il calcio in Gran Bretagna è più sicuro. Perché è impensabile quello che è successo ieri, minacce di morte e tagli di gola mimati in diretta tv. Davanti a dei bambini che guardano la loro squadra. Non parlo mai di calcio ma dopo ieri condanno fortemente il club del Foggia che non sa gestire la sua tifoseria e le partite che avvengono nel proprio stadio. Inutile che si dissociano nelle interviste, lo dimostrino con i fatti”.

Next Post

Alessandro Del Piero: "Non rimpiango di essere rimasto alla Juventus"

Mar Apr 12 , 2022
L'ex capitano della Juve commenta dagli studi di Sky la partita tra Real e Chelsea, raccontando anche qualcosa sulla sua presunta vicinanza al Real in un certo punto della sua carriera.
P