Goal annullato a Zaniolo, Mourinho: “Agli occhi del potere la Roma è piccola”

Il portoghese intervenuto nel post-gara della sfida contro il Genoa: “Dobbiamo trovare un altro nome al calcio, è un altro sport”.

La Roma pareggia contro il Genoa per 0-0, ma nel finale polemiche per un goal annullato a Zaniolo dal VAR: il giocatore giallorosso è stato poi espulso per proteste.

Intervenuto ai microfoni di DAZN, José Mourinho ha commentato l’episodio, nonostante in un primo momento non volesse dire la sua.

“Non voglio commentarlo. Posso commentare la partita, non voglio commentare il goal, il rosso e qualche reazione. Preferisco evitare. Per giudicare bisognerebbe stare qui mezz’ora, perché qui ci sarebbe tanto da dire. Se l’arbitro ha deciso bene, il nostro gioco, il gioco che è diventato tanti anni fa il gioco del popolo, di cui è innamorato il mondo, è cambiato. E’ un altro sport: se quello è un fallo, il gioco non è lo stesso. Dobbiamo trovare un altro nome, perché è un altro sport”.

Per Mourinho la situazione e la dinamica restano dubbie.

“Se l’arbitro ha sbagliato e doveva convalidare il goal lui sarà il primo a essere non contento di aver sbagliato e a noi è successo tante volte. Agli occhi del potere la Roma è piccola”.

In conferenza stampa, poi, Mourinho non si è contenuto e ha dato seguito al dibattito.

“Per me ha sbagliato l’arbitro. Tu pensi che se Zaniolo giocava nell’Inter, Juventus o Milan ci sarebbe la stessa situazione? Non prende un rigore in tutta la stagione, non prende falli tutte le partite, apre la bocca e giallo. Ha 7-8 cartellini gialli e 2 rossi, Zaniolo, un creativo. Ho chiesto all’arbitro perché lo ha espulso, lui mi ha detto che gli ha detto per 3 volte “che ca… fischi”. Pensi che quel rosso lì, per dare un esempio, lo prende Lautaro Martinez a San Siro? O Chiellini nello stadio della Juventus? O Zlatan a San Siro? “Che c… ha fischiato”: rosso. Rosso. Questi siamo noi, siamo piccolini”.

Next Post

Pioli è entusiasta: "Ostacoli insormontabili solo per chi non ci crede"

Sab Feb 5 , 2022
Il tecnico del Milan ha parlato dopo la vittoria nel Derby, svelando il fioretto per il successo: "Non fumerò il mio sigaro per un mese".

Da leggere

P