Gollini. “Non pensavo che l’Atalanta mi cedesse”

Il portiere, ora al Tottenham, si racconta a Sportweek: “Mi ha stupito l’umiltà di Lloris. Qui in Inghilterra non ti giudicano prima come personaggio”

Quasi un anno fa Pierluigi Gollini passava dall’Atalanta al Tottenham di Antonio Conte dove ha trovato un monumento come Lloris davanti: “Non è facile passare da giocare in Champions alla panchina. Però ti migliora e Lloris mi ha stupito per l’umiltà”. Ammette: “Non mi aspettavo che l’Atalanta mi cedesse, lo ha fatto per crescere ancora”.

Infine, un messaggio all’Italia: “Avendo già vissuto in passato qua per me è stato un trasferimento normale. Qui a nessuno importa di come mi vesto, di quanti gioielli indosso. In Italia vieni giudicato prima come personaggio e poi come calciatore”.

Next Post

Conte sul futuro: "Importante capire quando potremo lottare per qualcosa di grande"

Sab Apr 30 , 2022
Il tecnico degli Spurs sottolinea ancora una volta di avere ambizioni importanti e di non voler soltanto lottare per un posto in Champions League.
P