Il Cruzeiro dà il benservito all’idolo Fábio: tifosi furiosi con Ronaldo

Il portiere è stato lasciato andare dopo 17 anni, nonostante la sua intenzione di ridursi lo stipendio: tifo in subbuglio sui social.

Tutto ha una fine. Anche le storie d’amore calcisticamente più lunghe. Il portiere Fábio, 41 anni, si sarebbe però atteso una conclusione diversa del proprio rapporto col Cruzeiro, lunghissimo e pieno di momenti da ricordare. Un finale più degno, magari. Ma le idee di Ronaldo, che da qualche settimana ha acquistato il club brasiliano, sono leggermente diverse.

Fábio e il Cruzeiro si sono detti addio nella notte italiana al termine di 17 anni vissuti sotto lo stesso tetto, più un altro paio di stagioni separate all’inizio del millennio. Un addio traumatico, perché l’ex portiere del Vasco da Gama rappresenta uno dei maggiori idoli della storia del club mineiro, tanto da accettare di rimanere a Belo Horizonte anche dopo la retrocessione in Serie B, la mancata promozione del 2020 e quella del 2021.

Ronaldo, però, ha deciso di non guardare in faccia nessuno. Qualche giorno fa aveva dato il benservito a Vanderlei Luxemburgo, con cui aveva già lavorato nella Seleção e nel Real Madrid, sostituendolo con l’uruguaiano Paulo Pezzolano. E ora si è ripetuto con Fabio, vincitore di due campionati e due Coppe del Brasile e pure convocato negli scorsi anni in Nazionale (pur senza mai esordire), nonostante il portiere avesse accettato di ridursi lo stipendio.

La decisione non è andata giù ai tifosi del Cruzeiro, che hanno preso d’assalto il profilo social del club e dello stesso Ronaldo, così come il profilo Instagram del Fenomeno. “Deve dare spiegazioni”, è il senso. E poi: “Fábio è più grande di te”, “Fábio deve restare”, “Non avrai il sostegno della tifoseria”, “Rispettalo”, “Hai mandato via il più grande”. E via così. Un fiume di messaggi, anche da altre tifoserie.

Ma la decisione è presa. E, come altre già ufficializzate fin qui, risponde a canoni prettamente economici. Anche se qualcuno ha tirato in ballo un episodio risalente al 2009 per provare a spiegare l’addio: Ronaldo, all’epoca attaccante del Corinthians, si era fatto parare un calcio di rigore da Fábio. Una coincidenza, nient’altro.

Next Post

Serie A, il Cagliari espugna Marassi: Pavoletti stende i blucerchiati

Gio Gen 6 , 2022
Grande vittoria del Cagliari di Mazzarri, che trova una vittoria fondamentale per dare una scossa alla propria classifica.
P