Inter, finalmente due rinnovi a un passo: tifosi al settimo cielo

I nerazzurri stanno portando avanti un’opera di consolidamento che riguarda ogni aspetto della società. Grande importanza i rinnovi della dirigenza e di cui colonne in campo.

C’è davvero tantissimo da dire in casa Inter. Tra poco i nerazzurri scenderanno in campo a San Siro contro il Sassuolo di Dionisi per tentare il contro sorpasso al Milan, fermato ieri sera all’Arechi per 2-2 da una gagliarda Salernitana. Al momento i nerazzurri, parlando di situazioni extra-campo, sono completamente concentrati nel cementare il gruppo e rafforzare la presenza dei senatori come guida per i futuri giovani che verranno acquistati in estate. Oltre ad aver già rinnovato in blocco tutta l’area dirigenziale-sportiva, ora la società è ormai ai dettagli per il rinnovo di contratto di due senatori. Oltre a questo, sempre dalle parole della dirigenza, appare rinnovata la volontà della proprietà di creare un progetto che sia veramente a medio-lungo termine.

Inter, i rinnovi di Perisic e Brozovic sono ormai a un passo

È un’Inter sempre più ad “anima croata”. Marcelo Brozovic e Ivan Perisic rappresentano due pedine imprescindibili per la formazione di Simone Inzaghi, che quando può non rinuncia mai al metronomo e all’esterno. Nella giornata di oggi “Epic Brozo” non sarà in campo perchè squalificato, ma dalle pagine della Gazzetta dello Sport emerge come il lavoro di Steven Zhang, su questo fronte, sia ormai da considerarsi chiuso. Marcelo Brozovic rinnoverà probabilmente la prossima settimana quando ci sarà un incontro tra la società e gli agenti, ma l’accordo di fatto è già concluso: saranno 6 i milioni per il croato fino al 2026 più alcuni bonus. 

Se per Brozovic non ci sono mai stati enormi dubbi (se non un tentativo in extremis del Barcellona), il prossimo rinnovo di Ivan Perisic rappresenta una vittoria per tutti, dalla società all’allenatore fino al giocatore stesso, che è riuscito a trovare un accordo tra quanto chiedeva inizialmente e le possibilità della società. Perisic chiedeva un triennale da 6 milioni netti per prolungare il proprio contratto, ma le cifre non saranno quelle. E’ trapelata la notizia dell’arrivo dei suoi agenti a Milano, e sempre la Rosea parla di un biennale da 4 milioni netti (che coi bonus arriverà a circa 4,5).

Inter, senti Antonello: “Zhang ha in mente impegno a lungo termine”

Sempre legato al discorso del consolidamento delle fondamenta, cosa imprescindibile per un club come l’Inter che vuole crescere e non dispone, alle spalle, di colossi petroliferi o magnati che possano infondere denaro in modo praticamente illimitato, ci sono oggi le parole di Alessandro Antonello, dirigente nerazzurro intervistato dal Financial Times. Antonello ha voluto rassicurare tutti i tifosi nerazzurri sulla solidità del progetto di Zhang. Il gruppo Suning, infatti, nonostante le cessioni importanti fatte in estate (Lukaku e Hakimi), non ha nessuna intenzione di cedere il club ad altri. Nonostante le voci nei mesi scorsi dell’inserimento di fondi di investimento interessati a rilevare la società, Antonello nega e anzi sottolinea le intenzioni della proprietà:

Suning considera la cessione del club? No, no, l’azionista è impegnato in investimenti a lungo termine nel club. I fondi nel calcio? Potrebbe essere una strada, ma non è l’unica. Potrebbero essere i fondi o potrebbe essere qualcos’altro, la cosa più importante è avere qualcuno che ci supporti in una nuova Governance e crei valore aggiunto per la Serie A in futuro. Dobbiamo essere stimolati dal miglioramento della Premier League per lavorare molto e recuperare il gap. Un equilibrio competitivo è l’essenziale per mantenere alto l’interesse dei tifosi”.

Il consolidamento della proprietà e dell’asset dirigenziale è infatti fondamentale tanto quanto il rinnovo dei campioni che poi scendono in campo. Senza il primo, ovviamente, non può esserci il secondo. Questo circolo vizioso, all’Inter sembrano averlo capito. 

Inter, sulla stessa strada i rinnovo di Marotta, Ausilio e Baccin

Proprio l’opera di consolidamento, lo abbiamo spiegato, rappresenta la mission attuale del gruppo nerazzurro. Fondamentale rinnovare il giocatori importanti, fondamentale rimarcare la presenza e la forza della società, e ancora più fondamentale continuare il percorso con la stessa dirigenza che fino a questo momento ha portato importanti risultati.

Ecco perchè l’annuncio di ieri dei nerazzurri del rinnovo dei tre dirigenti, pubblicato sul proprio sito ufficiale, è proprio un punto di svolta della gestione Inter:

“FC Internazionale Milano è lieta di annunciare che il CEO Sport Giuseppe Marotta, il Chief Sport Officer Piero Ausilio e il Deputy Chief Sport Officer Dario Baccin hanno rinnovato i loro contratti con il Club Campione d’Italia fino al 30 giugno 2025. Il loro impegno – sotto la Presidenza di Steven Zhang – continuerà almeno per altri 3 anni”.

L’Inter sta lentamente mettendo le basi per il proprio futuro, superando i problemi economici e le difficoltà post Conte.

Next Post

Manchester United, vittoria fuori casa: Cr7 ancora a secco

Dom Feb 20 , 2022
I Red Devils hanno vinto 4-2 in casa del Leeds e hanno così consolidato il quarto posto in classifica. Partita rocambolesca
P