Inter, Marotta: “Per lo Scudetto ci sono tutte le prime cinque”

“I punti a disposizione sono ancora molti, dobbiamo avere l’asticella alta e non aver paura di essere ambiziosi”. Con queste parole Beppe Marotta parla della lotta Scudetto nel pre gara di Milan-Inter.

L’AD dell’Inter Beppe Marotta ha preso la parola nel pre partita della semifinale di andata di Coppa Italia contro il Milan. Queste le sue considerazioni, a cominciare da un punto sul derby:

“Conta molto, è un derby ed è una semifinale di una competizione a cui l’Inter conta molto. Cercheremo di fare qualcosa di positivo in vista di una, speriamo, qualificazione. Ci sono momenti in cui si soffre e bisogna essere ancora più determinati, lavorare di più e trovare rimedi necessari per uscirne”.

Impossibile non nominare anche la recente notifica della UEFA riguardo al FPF:

“I tifosi possono stare tranquilli. Non si tratta di una investigazione ma di un’osservazione dei vertici UEFA che ha in monitoraggio decine di club europei alla luce degli eventi portati dal Covid”.

Un punto anche sulla corsa Scudetto, che Marotta considera ancora totalmente aperta:

“I punti a disposizione sono ancora molti, dobbiamo avere l’asticella alta e non aver paura di essere ambiziosi. Ce la giocheremo fino alla fine. Le prime 5 sono le serie e autorevoli candidate alla vittoria finale. Ci dobbiamo guardare anche dalla Juventus, ma non possiamo sottovalutare il valore di Milan, Napoli e Atalanta. La cerchia si restringe a queste squadre”.

Il discorso si sposta poi sui singoli, e nello specifico su Lautaro Martinez, centravanti argentino che non segna da dicembre coi nerazzurri:

“Lautaro è un ragazzo, è normale che l’obiettivo più importante sia il gol e quando non lo fai si va in apprensione. Deve stare tranquillo, l’Inter crede assolutamente in lui. Deve ritrovarlo attraverso sé stesso e attraverso il supporto della squadra”.

Next Post

Milan, Maldini: "Su Kessie la linea è quella dettata dal club"

Mar Mar 1 , 2022
Parole come sempre importanti quelle di Paolo Maldini, che con un linguaggio chiaro e semplice parla di guerra, Scudetto e Kessie.
P