Roma, Mourinho: “Con Leicester gara da Europa League”

Lo Special One appare davvero determinato nel raggiungere la finale di Conference League, fiducioso nella propria squadra ammettendo però anche la forza dell’avversario.

Il tecnico della Roma José Mourinho ha preso la parola in conferenza stampa per presentare l’andata delle semifinali di Conference League in programma domani contro il Leicester City. Questo sarà il primo incontro tra Leicester e Roma in tutte le competizioni europee; il Leicester non ha ancora vinto contro avversarie italiane (1N, 1P contro il Napoli), mentre la Roma ha vinto solo una delle 21 trasferte contro squadre inglesi (7N, 13P).

Queste le dichiarazioni di Mourinho:

“Siamo in grado di vincere. Credo che la Roma e chi lavora nella società stiano lavorando per migliorare. Ci meritiamo la finale, ma serve battere una squadra forte con buoni giocatori e allenatore. Noi vogliamo realizzare il sogno di arrivare in finale. Devo ammettere che nella mia lunga carriera questa battaglia è unica”.

Lo Special One si concentra poi sull’importanza della gara ma anche sul livello, da lui definito “da Europa League“. Attenzione però, perchè la Roma ha perso l’ultima trasferta di UEFA Conference League (1-2 a Bodø/Glimt) anche se non perde due trasferte consecutive in tutte le competizioni europee dal 2018/19 (2P); la Roma ha segnato in ognuna delle ultime 20 gare fuori casa in queste competizioni:

“La verità è che noi domani giochiamo la gara numero 13 in Conference League. Abbiamo cominciato giocando contro una formazione che avevo detto che avrebbe vinto il campionato turco. Ora ci troviamo in un momento delicato e contro un avversario non da Conference League, ma da Europa League. Non è la loro competizione, ma la nostra competizione. Abbiamo sofferto e ci siamo spostati tanto. Abbiamo pagato questo torneo con punti nella Serie A, il fatto di giocare giovedì-domenica, meritiamo di andare in finale. Ci sono al momento due possibilità di giocare l’Europa League il prossimo anno: vincendo questa competizione o arrivando quindi o sesti in Serie A. Possiamo anche non raggiungere questo obiettivo e questo ti mette dubbi sulle partite di campionato. Il Leicester ad esempio non ha questo problema perché è decimo in Premier League e non raggiungerà mai l’Europa League dal campionato. È un momento difficile e di grande motivazione per noi”.

Infine, lo Special One lancia anche un suo pronostico su chi sia la favorita per domani:

“Molte volte sono giunto in semifinale, e al di là dei nomi e del potenziale. In una forma stupida ma pragmatica dico sempre che ci sono 4 squadre con 50% di arrivare in finale e 4 squadre con il 25% di vincere. Anche dopo 20 anni non cambio idea. Non mi importa se loro o noi siamo più forti. Qualche mese fa abbiamo perso 2-0 con l’Inter e sabato 3-1, risultati simili ma un approccio diverso. Al di là del vincere la Conference siamo una squadra con un percorso che mi piace”.

Next Post

Fiorentina, Italiano: "Una partita così non può finire 0-4"

Mer Apr 27 , 2022
Il tecnico dei viola: "Perdere così fa male ma dobbiamo essere contenti di quello che abbiamo fatto. Siamo ancora in corsa e ce la possiamo giocare".
P