Una giornata di squalifica a Zaniolo dopo Roma-Genoa

Il centrocampista della Roma è stato fermato per un turno dopo l’espulsione rimediata nel finale di gara contro il Genoa.

L’espulsione, le polemiche e ora l’inevitabile squalifica. Nicolò Zaniolo resterà fermo un turno dopo il rosso rimediato nel finale della gara tra Roma e Genoa di sabato scorso.

Il centrocampista giallorosso, dopo il goal-vittoria annullato dal VAR per un precedente fallo commesso da Abraham, aveva pesantemente contestato l’arbitro Abisso che ha così espulso Zaniolo.

Una decisione che Mourinho, come espresso senza mezzi termini al termine della partita, non ha digerito.

“Zaniolo è stato espulso perché ha detto al signor Abisso, per tre volte, “che cazzo fischi?”. Non lo ha insultato. Ho chiesto all’arbitro perché lo avesse espulso, lui mi ha detto che gli ha detto per 3 volte “che cazzo fischi?”. Non gli ha detto di andare a quel paese. Se facessi l’arbitro, dopo un gol festeggiato al 90′, dopo la frustrazione del gol annullato, capirei. Se il calciatore venisse da me a dirmi una cosa del genere, mi limiterei al giallo. O pensa che quel rosso lì, per fare un esempio, lo prende Lautaro Martinez a San Siro? O Chiellini nello stadio della Juventus? O Zlatan a San Siro? Che cazzo fischi?” Rosso. Questi siamo noi, siamo piccolini”.

Il Giudice Sportivo ha quindi deciso di fermare Zaniolo una sola giornata per avere contestato le decisioni del direttore di gara con parole irrispettose. Il centrocampista salterà la gara contro il Sassuolo ma tornerà in campo contro il Verona.

Next Post

Guardiola: "Una bella notizia il ritorno di Eriksen"

Mar Feb 8 , 2022
Il tecnico del Manchester City ha parlato in conferenza alla vigilia della partita contro il Brentford
P