Venezia, Lezzerini titolare dopo 4 mesi: ma a Salerno non si gioca

Senza Romero, Zanetti ha scelto Luca Lezzerini in una gara che però non si giocherà. Solo platonica anche la prima maglia da titolare di Cuisance.

Ha aspettato pazientemente la propria opportunità. L’ha sognata, l’ha desiderata. E alla fine, quando è arrivata, Luca Lezzerini se l’è vista scivolare via dalle dita. Perché il portiere del Venezia è stato schierato titolare dopo un’eternità da Paolo Zanetti in una partita che… non si gioca.

Il Venezia, come hanno già fatto altre formazioni di Serie A, ha infatti regolarmente annunciato il proprio undici di partenza per la sfida contro la Salernitana. E in porta c’è lui, Lezzerini. Peccato che la sfida contro la Salernitana non si giochi, a causa dell’intervento dell’ASL campana che ha impedito ai granata, colpiti da un focolaio Covid, di scendere in campo.

E così, la titolarità del povero Lezzerini, scelto da Zanetti al posto di un Romero nemmeno convocato, è da considerarsi solo platonica. L’ex portiere della Fiorentina era già sceso in campo per due volte in questo campionato: a Udine e a Empoli. Ma l’arrivo dell’argentino gli ha complicato la vita, costringendolo a scalare verso il basso nelle gerarchie.

L’ultima presenza di Lezzerini è datata 11 settembre a Empoli, gara nella quale l’ex viola è rimasto in campo soltanto nel primo tempo prima di dare forfait a causa di un problema alla schiena: nella ripresa è entrato in campo Maenpaa al suo posto. Poi, solo panchina. Fino a oggi. Almeno in teoria.

Sempre a proposito della formazione ufficiale scelta da Zanetti per la non partita dell’Arechi, va segnalata anche la titolarità di Mickael Cuisance, lussuoso nuovo acquisto preso negli scorsi giorni dal Bayern. Teoricamente avrebbe dovuto essere il suo esordio con la maglia del Venezia. In pratica, non sarà così.

Next Post

Gio Gen 6 , 2022
P